La Commissione Europea finanzia la pubblicazione in Open Access delle ricerche dei progetti FP7

La Commissione Europea, nel maggio di quest’anno, ha lanciato un’iniziativa pilota (https://www.openaire.eu/postgrantoapilot) per finanziare pubblicazioni OA per progetti già conclusi del 7° Programma Quadro.
Lo scopo è quello di indagare “se e a quali condizioni i costi per la pubblicazione ad accesso aperto possono essere rimborsate dopo la fine della progetto” testando quindi la possibilità e le condizioni di una progressiva transizione verso l’Open Access e l’impatto nei vari paesi europei.
In pratica la Commissione rimborserà il costo di pubblicazione di articoli e/o monografie in riviste ad Accesso Aperto attraverso una procedura e un fondo dedicati.
Lo strumento scelto è quello di un “FP7 post-grant Open Access publishing funds pilot“.
Durante un webinar organizzato dal CINECA e da OpenAIRE (le slides saranno disponibili su SlideShare nel profilo di OpenAIRE: http://www.slideshare.net/OpenAIRE_eu), mercoledì 21 ottobre Paola Gargiulo ha presentato l’iniziativa e approfondito alcuni degli aspetti più interessanti, anche attraverso una sessione interattiva di domande e risposte via skype (molto apprezzata) alla fine della presentazione.


AGGIORNAMENTO Mercoledì 28 Ottobre 2015

Le slide sono ora disponibili su Slideshare: http://www.slideshare.net/OpenAIRE_eu/pubblicare-oa-il-progetto-fp7-postgrant-open-access-publishing-pilot-italy-openaire-webinar
e la presentazione (durata 34 min + circa 10 minuti di Q/A) è consultabile da qui: http://streaming.cineca.it/DefaultPlayer/div.php?evento=PubblicareOAFP7postgrantpublishingpilot-21ottobre2015


Al contrario forse di altre iniziative un po’ più prudenti, mi sento di dire che questa è una novità molto positiva, perché promuove in modo concreto l’apertura dei risultati della ricerca, tra l’altro con condizioni molto precise e chiare di apertura.
Infatti le richieste di rimborso potranno essere accettate secondo i seguenti criteri:

  • le riviste devono essere Full Open Access: questo implica che non sono ammesse le riviste ibride (hybrid journal);
  • le riviste devono essere peer reviewed e indicizzate nei principali repertori internazionali (DOAJ, SCOPUS, WOS, PUBMED);
  • per ogni progetto sono rimborsabili al massimo 3 pubblicazioni;
  • il costo massimo ammesso è di 2000€ per le riviste e 6000€ per le monografie.

Si sta parlando di un finanziamento di 4 milioni di Euro, valido per un periodo massimo (cioè si concluderà prima se i soldi finiranno) di due anni, cioè fino al 30 Aprile 2017, applicabile a più di 8000 progetti FP7!
Attenzione che il finanziamento vale solamente per i progetti terminati, ma da non più di due anni e con una finestra mobile, cioè a Maggio 2015 erano ammissibili progetti terminati non prima di Maggio 2013, e ad Aprile 2017 (data della fine del finanziamento) saranno ammissibili progetti terminati non prima di Aprile 2015. Gli “scatti” della finestra sono mensili.
Le domande di finanziamento possono essere fatte solo dopo che l’articolo viene accettato dall’editore, ma non sono ammessi prodotti già pubblicati.

Altro aspetto importante da sottolineare è che, a domanda specifica, Paola Gargiulo ha sottolineato che non sono accettati tempi di embargo nella pubblicazione e che le licenze accettate per gli articoli sono la CC-BY e CC-BY-SA, mentre la CC-BY-NC è accettata per le monografie ma non per gli articoli.

Le richieste possono essere fatte (a questo indirizzo) da parte di ricercatori, coordinatori del progetto, o da uffici ricerca e biblioteche.
Vista la limitazione di massimo 3 pubblicazioni per progetto, bisogna ovviamente che il coordinatore del progetto sia quantomeno informato, altrimenti si rischia di “sforare” il limite.

Sono stati inoltre presentati alcuni dati contenuti in un rapporto (FP7 Post-Grant Open Access Pilot: Second Progress Report) presentato da Pablo De Castro di LIBER (qui le slides).
Fino al 30 Settembre sono stati finanziate 52 pubblicazioni (46 articoli e 6 libri).
Alcuni numeri interessanti sono quelli relativi al numero di finanziamenti ricevuti per nazione:

Selection_061
Come si vede dalla figure, l’Italia è quarta, mentre il Regno Unito la fa da padrone. Questo è dovuto principalmente al fatto che lì università e centri di ricerca sono già strutturati con uffici dedicati, cosa che probabilmente dovremmo imparare a fare anche in Italia.
Altri dati collegati sono quelli del numero di finanziamenti per Stato di appartenenza del coordinatore del progetto.

numero di finanziamenti per Stato di appartenenza del coordinatore del progetto

Numero di finanziamenti per Stato di appartenenza del coordinatore del progetto

Dalla figura qui sopra (che mi sono permesso di modificare rispetto al grafico a torta originale del report; qui uno dei molti esempi del perché :-)) si vede ad esempio che nazioni come Francia, Austria e Olanda sono coordinatori di vari progetti FP7 che hanno ricevuto il finanziamento, ma gli istituti che ne hanno beneficiato evidentemente appartengono a nazioni diverse.
In Italia per ora i primi a partire sono stati l’Università degli Studi di Milano, quella di Genova e l’Istituto di Ricerche sulla Popolazione e le Politiche Sociali del CNR.
Selection_062Le pubblicazioni devono essere depositate su archivi tematici o istituzionali, oppure potranno sfruttare l’infrastruttura Zenodo nella quale, in questo momento, è possibile visualizzare 6 articoli (attraverso la stringa di ricerca “FP7 post grant open access pilot“): https://zenodo.org/search?ln=en&p=FP7+post+grant+open+access+pilot&action_search

Published articles in Zenodo

Published articles in Zenodo

Alla fine saranno quindi potranno essere presenti e accessibili del sito dell’editore, in Zenodo, in repository istituzionali e infine harvestato anche in OpenAIRE.

Concludendo, credo che questo tipo di supporto sia molto utile ed efficace nel promuovere l’apertura dei risultati della ricerca europea, e anche nel formare ed “educare” i ricercatori a questo approccio.
Mi piacerebbe (e cercherò di impegnarmi nel promuoverlo) che venisse utilizzato non solo a livello europeo, ma anche nazionale e di Ente/Istituto.


Alcuni link utili:
Sito web introduttivo del Pilot: https://www.openaire.eu/postgrantoapilot
Sito web per la richiesta di finanziamento: https://postgrantoapilot.openaire.eu/#home
Sito per il deposito delle pubblicazioni: https://www.openaire.eu/participate/deposit/idrepos
FP7 post-grant OA Pilot Policy Guidelines: https://www.openaire.eu/fp7-postgrantoapilot-policy-guidelines
FP7 Post-Grant Open Access Pilot: Second Progress Report: https://www.openaire.eu/fp7-postgrantoapilot-second-progress-report
Profilo OpenAIRE su SlideShare: http://www.slideshare.net/OpenAIRE_eu
FAQ di OpenAIRE: FAQ: https://www.openaire.eu/support/faq

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...